12 Agosto 2015

Approfondimenti

NSF-04

ANDROGENISMO   CUTANEO 

Esprime la condizione in cui la pelle risponde alla presenza di ormoni maschili producendo sebo (da cui pelle grassa, forfora nei capelli, caduta dei capelli), acne e peli in eccesso. Queste condizioni possono diventare molto invalidanti per una donna e sono trattabili sia con terapia farmacologica che con innovativi trattamenti medico estetici.

IRREGOLARITA’ MESTRUALI

Sono definibili irregolarità le variazioni nella data di comparsa dei flussi inferiori ai 20 giorni o superiori ai 40 giorni. Queste condizioni esigono una diagnosi endocrinologica prima di un trattamento specifico. La pillola anticoncezionale non rappresenta quasi mai il trattamento di elezione.

MODIFICAZIONI di PESO

Le modificazioni ponderali possono essere detrminate da numerosi fattori genetici, o acquisiti, tra questi l’alterazione di funzione di alcune ghiandole endocrine. Questa condizione può essere valutata esclusivamente dallo specialista.

TRATTAMENTO dei SINTOMI da MENOPAUSA

La sintomatologia climaterica è determinata dalla mancanza di ESTRADIOLO (= l’estrogeno prodotto dalle ovaie) il quale ha un effetto complessivamente benefico sull’organismo femminile e la cui carenza innesca una serie di situazioni di tipo infiammatorio-degenerativo che caratterizzano l’invecchiamento. L’unico presìdio in grado non solo di far regredire la sintomatologia ma anche di evitare la sindrome carenziale è l’assunzione di estradiolo stesso sotto stretto controllo specialistico. L’indicazione a tale integrazione viene posta in base al profilo di rischio-beneficio individuale. E’ pertanto indispensabile che ogni donna venga correttamente informata e partecipi personalmente alla decisione di assumere o meno estradiolo sostitutivo. Questa valutazione e le conseguenti indicazioni agli specifici trattamenti sono di pertinenza dello specialista endocrinologo.

ANDROPAUSA: esiste davvero?

La cosiddetta ANDROPAUSA rappresenta un momento particolare della vita maschile caratterizzato da cambiamenti bio-psicologici che NON HANNO una base ormonale univoca e paragonabile alla menopausa della donna. Si tratta di una sintomatologia sfumata determinata da cambiamenti nel metabolismo energetico – soprattutto degli zuccheri e dei grassi – e nella funzionalità sessuale. Sono principalmente le disfunzioni sessuali a creare risvolti psicologici molto negativi e spesso si interpretano come patologici anche degli eventi determinati solo da modificazioni di funzione età correlate. Talvolta può, invece, trattarsi di ipogonadismo funzionale legato all’età che deve essere ben caratterizzato e trattato dopo una adeguata valutazione della condizione globale di salute.
L’ andrologo medico è lo specialista della salute globale dell’uomo e, nello specifico, della salute sessuale e riproduttiva. Una valutazione andrologica è in grado di definire la condizione di salute dell’uomo”over 50” suggerendo i presìdi specifici da adottare per correggere eventuali problemi ed reintegrare una buona salute negli anni che passano.

Prof Chiara Manieri Specialista in Andrologia ed in Endocrinologia – Malattie del Ricambio

Lascia un commento

Facebook