Protezione solare, ecco come utilizzare i prodotti per maggiore efficacia

(Articolo redatto e pubblicato da Chiara Manieri – 07 ago 2018) –

Protezione solare, ecco come utilizzare i prodotti per maggiore efficacia

Su una prestigiosa rivista di DERMATOLOGIA è appena stato pubblicato un articolo molto interessante per la salute della pelle che sottolinea l’importanza di proteggere questo nostro importante organo soprattutto in estate quando un po’ di “tintarella” piace a tutti mentre quasi nessuno immagina i danni da sole sulla cute stessa! Da ciò l’importanza di utilizzare i prodotti protettivi anti-solari MA nel modo giusto per ottenere una vera protezione! Infatti la quantità di protezione solare effettivamente ricevuta tramite i prodotti in commercio dipende dal modo di utilizzo nella quotidianità, secondo quanto si riferisce in questo studio pubblicato su Acta Dermato-Venereologica. «Le persone non ricevono i massimi benefici di protezione solare dalle radiazioni ultraviolette (UV), perché applicano i prodotti in modo più scarso rispetto a quanto raccomandato dai produttori, che utilizzano una quantità di 2 mg/cm2per ottenere il punteggio del fattore di protezione solare (SPF)» spiega Antony Young, del King’s College di Londra, primo autore dello studio.

I ricercatori hanno sottoposto un gruppo di persone (uomini e donne) a concentrazioni differenti di antisolari ed alle medesime condizioni di esposizione solare sovrapponibili ad un periodo di vacanza standardizzato ed hanno confrontato gli effetti dei raggi UV sulla cute di queste persone e di un analogo gruppo di persone di controllo senza anti-solari. Le biopsie delle aree della pelle esposte alla luce UV hanno mostrato nel gruppo ripetutamente esposto ai raggi UV un notevole danno al DNA nelle aree che non avevano ricevuto protezione solare, anche se la dose UV era molto bassa. I danni si sono ridotti quando la crema solare è stata applicata a uno spessore di 0,75 mg/cm2e sono diminuiti considerevolmente quando sono stati applicati 2 mg/cm2di crema solare, anche con esposizioni UV molto più elevate. Cinque giorni di esposizione a UV ad alte dosi con la crema solare a 2 mg/cm2hanno mostrato un danno significativamente inferiore rispetto a una sola esposizione a una dose UV bassa senza protezione solare su tutti i campioni.
«Non c’è dubbio che la protezione solare sia importante contro il cancro. Tuttavia, quello che si evidenzia in questa ricerca è che il modo in cui viene applicata la protezione solare svolge un ruolo importante nel determinare quanto sia efficace. Dato che la maggior parte delle persone non usa le creme solari nel modo in cui esse vengono testate dai produttori, è meglio che si utilizzi un SPF molto più alto di quanto si pensi necessario» concludono gli autori.

Acta Derm Venereol. 2018. doi: 10.2340/00015555-2992
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29944164

                                                                                                                                        Chiara Manieri

Facebook