Ecco perchè il pesce fa bene

(Articolo redatto e pubblicato da Marzia Mirabelli – 7 mag 2017)

In una corretta alimentazione è previsto un buon consumo di pesce, ma questo alimento non viene sempre consigliato solo per le sue proprietà ‘dimagranti’ ma anche per altri ottimi motivi. E’ vero che quasi tutti i tipi di pesce apportano poche calorie, divenendo quindi ideali per i regimi ipocalorici. Ma ricordiamo che contiene sostanze nutrienti preziose per il nostro organismo, come proteine, sali minerali e soprattutto omega 3. Questi ultimi sono molto importanti per la nostra salute, infatti sono utili per combattere le malattie cardiovascolari ed infiammatorie e anche per rinforzare il nostro sistema immunitario. E’ sempre bene diversificare il consumo di pesce: per esempio, il salmone e lo sgombro sono ricchi di acidi grassi omega 3 e di vitamina E, svolgendo un ruolo antiossidativo, mentre i crostacei, i molluschi e le uova di pesce sono più ricchi di colesterolo, un grasso importante ma anche da consumare in quantità limitate (soprattutto per chi soffre di ipercolesterolemia). Attenzione anche al consumo di pesce crudo: non basta utilizzare il limone per evitare infezioni alimentari ma servono l’abbattimento in congelatore e/o la cottura. I molluschi contengono, però, buone quantità di ferro, utili per chi soffre di anemia, e di sodio, che è dannoso per gli ipertesi. Esistono, poi pesci che più di altri tendono ad accumulare sostanze tossiche: il pesce spada, il tonno, lo squalo e la verdesca; come precauzione conviene evitarli o limitarli al massimo ad una volta a settimana soprattutto durante la gravidanza, l’allattamento e nei primi anni di vita. Il pesce d’allevamento contiene certamente minori quantità di queste sostanze dannose, ma contiene anche meno sali minerali e ha tutt’altro gusto del pesce selvatico appena pescato. Tipologie di pesce che possiamo consumare con maggiore libertà sono merluzzo, sogliola, nasello, trota, orata… Ma al vertice della classifica c’è senza dubbio il pesce azzurro, come aguglia, alaccia, alice, costardella, lanzardo, pesce sciabola, sardina, sugarello, sgombro. I loro prezzi sono modici rispetto ad altri tipi di pesce, e oltre agli omega 3 contengono anche notevoli quantità di fosforo, iodio e ferro.

Facebook